I 7 Passi del Discernimento.

Percepire.

2

C’era nel mio cuore un fuoco ardente, acceso nelle mie ossa e anche se facevo di tutto per soffocarlo non ci riuscivo. (Ger 20, 9)

Per scoprire ciò che Dio vuole da te devi ascoltare, osservare e fare esperienza. Per questo motivo devi far crescere il “silenzio interiore”; i rumori ti impediscono di percepire e riconoscere la Sua voce.

 

Sta attento a ciò che si muove nel tuo intimo: i tuoi desideri, le tue paure, i tuoi pensieri, le tue fantasie, le tue inquietudini, i tuoi progetti. Ascolta nello stesso modo quelli che suscitano in te consolazione come quelli che provocano paura o incertezza. Ascolta il tuo cuore: che cos’è ciò che desideri? Impara ad osservare gli uomini che hai attorno a te: che cosa ti sta dicendo Gesù attraverso la loro povertà, la loro ignoranza, il loro dolore, la loro disperazione, il bisogno di Dio…?

 

Guarda la tua storia personale: qual è il cammino che Dio ti ha fatto percorrere, quali sono stati i momenti più importanti della tua vita, in che modo Dio è stato presente in questi avvenimenti, quali persone sono state concretamente importanti per te e perché. Contempla il futuro: che cosa senti se pensi alla possibilità di consacrare la tua vita a Dio? Hai soltanto una vita: a che cosa e a chi vuoi dedicarla?

 

Stai attento nel discernere se la tua inquietudine e ciò che senti che ti attrae sono segni di una vera chiamata ad una consacrazione o sono invece stimoli che Dio ti dona affinché tu intensifichi la tua vita cristiana come laico.

 

Dando questo passo potrai dire: “Forse Dio mi sta chiamando…” “sento l’inquietudine di consacrare la mia vita a Dio”.